lunedì, 20 novembre 2017
La ripartizione del rischio di insolvenza

La ripartizione del rischio di insolvenza

«La ripartizione del rischio di insolvenza Il diritto fallimentare tra diritto ed economia» di Danilo Galletti La nostra legge fallimentare risale al 1942. D'impronta autoritaria, essa tendeva, fra l'altro, a sanzionare il debitore per il solo fatto di essere insolvente, e prevedeva per la liquidazione dei suoi beni procedure lunghe, macchinose e rigide. Ne sono venute all'Italia alcune [...continua]

Legge fallimentare: Tre regimi a confronto

Legge fallimentare: Tre regimi a confronto

Legge fallimentare: Testo a fronte delle modifiche apportate dal decreto correttivo - Tre regimi a confronto

Libro soci: in caso di fallimento la comunicazione è a carico del curatore?

Libro soci: in caso di fallimento la comunicazione è a carico del curatore?

Non appare ad oggi ancora chiaro, nonostante la ristrettezza dei tempi, se a seguito della soppressione del libro soci, spetti o meno al curatore l'obbligo di depositare nel registro imprese la dichiarazione apposita per integrare le risultante del registro delle imprese con quelle del libro soci, così come previsto dall' art. 16, co.12-undecies del D.L 185/2008. Si tratta di un adempimento che, [...continua]

Problematiche del TFR nelle procedure concorsuali dopo la L. 27 dicembre 2006, n. 296

Problematiche del TFR nelle procedure concorsuali dopo la L. 27 dicembre 2006, n. 296

NOTE SULLE PROBLEMATICHE DEL TRATTAMENTO FINE RAPPORTO CONNESSE ALLE PROCEDURE FALLIMENTARI IN SEGUITO ALLA L. 27 dicembre 2006, n. 296 Giuseppe Sangiovanni – Avvocato Graziano Serpico – Commercialista Giuseppina Panico – Commercialista 1. PREMESSA Nel delineare un quadro sulle problematiche connesse alla gestione del TFR nelle procedure concorsuali successivamente all’entrata in [...continua]

L’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto e dell’imposta di registro in sede di vendita fallimentare e giudiziaria

L’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto e dell’imposta di registro in sede di vendita fallimentare e giudiziaria

L’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto e dell’imposta di registro in sede di vendita fallimentare e giudiziaria 1. Premessa.  Non esiste norma che disciplina in modo specifico l’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto alle cessioni conseguenti all’effettuazione di vendite giudiziarie o di vendite effettuate da curatori fallimentari dei beni (espropriati o appresi [...continua]

Il finanziamento alla imprese in crisi (2008)

Il finanziamento alla imprese in crisi (2008)

Università degli Studi di Firenze, Il finanziamento alla imprese in crisi (2008)

 Page 21 of 22  « First  ... « 18  19  20  21  22 »